Privacy Policy Asp, Tamponi a chi è rientrato in provincia dopo i 14 giorni di isolamento fiduciario - ReportSicilia.com

Asp, Tamponi a chi è rientrato in provincia dopo i 14 giorni di isolamento fiduciario

L’Asp di Siracusa ha avviato l’esecuzione dei tamponi a tutte le persone a cui scade l’isolamento fiduciario, così come previsto dalle ordinanze del presidente della Regione siciliana, rientrate in provincia di Siracusa, che si sono autodenunciate registrandosi nel sito dell’assessorato regionale della Salute www.siciliacoronavirus.it, attraverso i Comuni, il Dipartimento di prevenzione, i medici di famiglia.

I tamponi non sono eseguiti a domicilio, per ridurre il consumo di dispositivi di protezione individuali, ma in quattro sedi allestite dai Distretti sanitari di Siracusa, Noto, Augusta e Lentini. 

I cittadini in isolamento sono contattati a scaglioni a mezzo mail e telefonicamente, è indicata loro la data l’ora e il luogo per l’esecuzione del tampone, con l’invito a stampare la email da presentare come giustificativo, in sostituzione dell’autocertificazione, in caso di controlli nel percorso stradale da parte delle forze dell’ordine.  

Grazie alla collaborazione del Comune di Siracusa, della Protezione civile e della Croce rossa italiana a Siracusa sono state installate due tende nell’area dell’ex ospedale neuropsichiatrico in contrata Pizzuta davanti alla palazzina dirigenziale. Gli utenti entrano in auto dall’ingresso principale e, con un percorso obbligato, passano davanti alla tenda dove sono sottoposti a tampone direttamente in automobile, abbassando il finestrino, secondo il cosiddetto metodo “coreano”, per poi rientrare presso le proprie abitazioni dal viale Scala Greca. Il Comune ha allestito apposita segnaletica stradale.

Nei Distretti di Noto, Lentini e Augusta le sedi individuate sono le tende del pre triage degli ospedali locali. Le persone vengono convocate a scaglioni, in ordine alla scadenza della quarantena. 

L’avviso è pubblicato nel sito internet dell’Asp di Siracusa www.asp.sr.it. Per chiarimenti contattare il call center del Dipartimento di Prevenzione 0931  484980.

R.G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *