Privacy Policy Prepariamo la pelle al primo sole - ReportSicilia.com

Prepariamo la pelle al primo sole

a cura di Aldo Caldarella

La bella stagione è quasi alle porte, e con lei anche la nostra voglia di uscire e prendere il primo sole.

Ma la nostra pelle è davvero pronta? Siamo sicuri di averla preparata a dovere?

La luce ultravioletta emanata dai raggi solari genera diversi benefici, tra cui sintesi di vitamina D nella sua forma più pura e pigmentazione cutanea. Ma non bisogna sottovalutare anche i rischi causati da un’esposizione solare aggressiva, quali eritemi, invecchiamento della pelle, precoce formazione di rughe, perdita di elasticità, foto carcinogenesi e conseguente indebolimento delle difese immunitarie.

Cosa possiamo fare per cercare di attenuare e preparare quanto più possibile la nostra pelle a tutto ciò? In realtà è molto più semplice di quanto si possa pensare!

Primo step: ESFOLIAZIONE

Eliminare le cellule morte e liberare i pori da eventuali impurità è alla base di una buona e duratura abbronzatura, permette anche di idratare a fondo la pelle, che altrimenti resterebbe scarsamente idratata. Se i pori sono ostruiti, non serviranno kg e kg di crema idratante, lo strato profondo della pelle non ne percepirà nemmeno una goccia!

Per l’escoriazione prediligere un gommage o uno scrub delicato per il viso, per il corpo invece potrete optare anche per uno scrub dalla texture più dura.

Secondo step: DETERSIONE

Dopo aver esfoliato la pelle, detergetela utilizzando i prodotti giusti per il vostro tipo di pelle, prediligendo un detergente lenitivo che possa anche contrastare la lieve irritazione causata dallo scrub.

E’ bene scegliere detergenti viso e corpo che nutrano e idratino senza alterare il film idrolipidico della pelle.

Terzo step: TONIFICARE

Il tonico è un prodotto viso ancora oggi sottovalutato, quando in realtà svolge un ruolo decisivo per ripristinare il ph naturale della pelle, che probabilmente era stato precedentemente alterato dopo aver proceduto con l’esfoliazione.

Quarto step: IDRATAZIONE

Per quanto riguarda l’idratazione la procedura è variabile, generalmente si consiglia di idratare la pelle a 360° con un corretto utilizzo di contorno occhi, siero, crema e maschera.

Ma sappiamo bene che non tutte noi effettuiamo tutti questi step.

Diversificare i prodotti però è fondamentale. Il contorno occhi ha bisogno di una formula molecolare più delicata e leggera rispetto al resto del viso, essendo la pelle di quella zona più sottile. La sua corretta idratazione previene la formazione di rughe e contrasta borse e occhiaie.

Il siero invece è un concentrato di principi attivi, dalla texture molto leggera, che al contrario della crema non va massaggiato, ma steso velocemente. Dal basso verso l’alto, vi raccomando. La forza di gravità va contrastata!

La crema viso invece fornisce una forte idratazione, dalla texture generalmente molto più consistente rispetto ai sieri o booster. Per permettere al prodotto di pentrare a fondo nella cute, si consiglia di massaggiare delicatamente dal basso verso l’alto. Concentratevi anche sul décolleté! La pelle invecchia anche li, se non curata adeguatamente!

Infine via libera a maschere varie ed eventuali, illuminanti, idratanti, lenitive, esfolianti, detox e chi più ne ha più ne metta.

Si sconsigliano maschere Peel off, in quanto durante la loro rimozione vengono aperti i comedoni che aumenterebbero la produzione di sebo nella pelle, e formazione dei famosi punti neri.

Non dimenticate di usare TUTTO L’ANNO (non solo in estate), la protezione solare, benché in inverno non sentiate il calore sul viso, vi garantisco che i raggi ultravioletti ci sono lo stesso, e si fanno silenziosamente strada sulla vostra cute!

Affinché tutto ciò funzioni, è chiaramente necessario avvalervi dell’ausilio di prodotti adatti al vostro tipo di pelle. Affidatevi al vostro specialista per conoscere la vostra biotipologia cutanea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *