Privacy Policy Amalia Danieli e la scoperta del bagno ebraico a Siracusa. - ReportSicilia.com

Amalia Danieli e la scoperta del bagno ebraico a Siracusa.

Continua il ciclo di conversazioni a Villa Reimann con una interessante conversazione svoltasi il 4 luglio, alla quale ha partecipato un pubblico attento e preparato sull’argomento.

L’incontro è stato introdotto dall’avvocato La Rosa, direttore del Consorzio universitario Archimede, e dal prof. Amato, specialista di storia ebraica.

Quindi ha preso la parola la marchesa Amalia Danieli, proprietaria dello stabile in cui è situato il più famoso bagno ebraico di purificazione rituale ancora intatto oggi esistente. Qui gli ebrei, per espiare i loro peccati, usando un rito simile a quello della confessione cristiana, solevano immergersi nelle vasche piene di acqua, chiamate “Mikvah”, ossia bagno ebraico.

Amalia Danieli ha raccontato lo stupore provato nel ritrovamento del sito, mentre faceva eseguire dei lavori nello stabile acquistato. Si tratta di un edificio patrizio situato in via della Giudecca, il quartiere più antico di Siracusa, dove attaccato al cortiletto vi era una costruzione non accessibile. Aprendo una breccia è stata scoperta una piccola stanza piena di terra, quindi una lunga scala che porta alla sala posta a 18 metri di profondità, con quattro grosse colonne che sostengono una volta a crociera.

Al centro vi sono tre vasche e altre due stanzette attigue, dotate anch’esse di vasche. Nel momento del ritrovamento la marchesa informò il dottor Giuseppe Voza Sovrintendente ai beni culturali, il quale manifestò interesse per ulteriori studi. I cocci datavano il luogo a fine 1400 e subito si palesò l’idea che si trattasse di un bagno ebraico.

Nei mesi a venire vennero due importanti studiosi e a seguire molti altri. Da qui cominciarono interviste e pubblicazioni. Il ritrovamento del bagno ebraico aveva destato una forte curiosità. Alla scoperta del sito sono seguiti vari studi che hanno identificato nella chiesa di San Giovannello, ubicata in piazza del Precursore nel rione della Giudecca, la Sinagoga annessa al bagno ebraico.

Giovanna Strano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *