Augusta (SR): richiesta vaccinazione per operatori portuali

Di seguito, la dichiarazione del sindaco Di Mare

“Nei giorni scorsi a seguito del proficuo colloquio avuto con il Presidente del Gruppo Barcaioli del Porto di Augusta Domenico Senaglia, ho inviato una nota al Presidente della Regione Siciliana ed all’Assessore alla Salute regionale On. Ruggero Razza sottolineando la particolarità ed unicità in Italia, congiuntamente ai barcaioli dei Comuni di Porto Empedocle, Trapani e talvolta Palermo, del servizio da loro svolto all’interno delle rade sopra menzionate.

Nella nota, si legge che il Ministero dell’Interno ha istituito dei reparti Covid galleggianti (navi quarantena) dove vi è un continuo movimento di personale sanitario (Croce Rossa) e, molte volte, anche di migranti spesso positivi, da e verso terra (non ultimo lo sbarco del 23 marzo u.s. presso il Porto Commerciale di Augusta della nave Ocean Viking con 116 migranti di cui 6 risultati positivi al Covid).

Si registrano, altresì, trasporti preventivamente autorizzati direttamente dalla Usmaf di Palermo ed effettuati nel rispetto e con l’utilizzo di appositi D.P.I..

A tal fine, ho condiviso con il Presidente del gruppo barcaioli la necessità che questi lavoratori (così come anche per i piloti e tutti gli altri operatori portuali a stretto contatto con il personale di codeste navi) siano considerati prioritari nel programma di vaccinazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.