Privacy Policy Al via la campagna di vaccinazione contro l'influenza, pronta la distribuzione del vaccino. - ReportSicilia.com

Al via la campagna di vaccinazione contro l’influenza, pronta la distribuzione del vaccino.

Lunedì 5 ottobre avrà inizio in Sicilia la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2020-2021. L’Asp di Siracusa, attraverso il SEMP e coordinata dalla direzione del Dipartimento di Prevenzione medico, ha acquistato 124 mila dosi. Pronto l’avvio della distribuzione del vaccino ai medici di famiglia e ai pediatri che hanno aderito, l’apertura di ambulatori e il lancio di una massiccia campagna di informazione promossa dalla Regione.

Oltre che negli ambulatori dei medici di famiglia e dei pediatri, la vaccinazione potrà essere praticata anche in tutti gli ambulatori vaccinali territoriali dell’Asp di Siracusa. Al fine di rispettare le misure di profilassi antiCovid, le sedute vaccinali verranno eseguite tramite prenotazioni concordate con i medici di famiglia e, per gli ambulatori vaccinali dell’Azienda, previa prenotazione telefonica a cura degli Uffici Urp distrettuali ai seguenti numeri: URP Siracusa 0931/484860 Verde 800238780 – URP Noto 0931 /890340 – URP Lentini 095 / 909525/909405 – URP Augusta 0931/ 989123. Per il personale sanitario saranno disponibili all’interno degli ospedali ambulatori vaccinali dedicati.

-Quest’anno la vaccinazione antinfluenzale è particolarmente raccomandata – dichiara il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra – poiché oltre ad evitare i casi di influenza e prevenirne le complicanze, assume un carattere importante a causa della contemporanea circolazione di virus influenzali e Coronavirus Sars-Cov-2. La vaccinazione può semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, considerata la similitudine nei sintomi tra Covid-19 e influenza. Auspichiamo una massiccia adesione alla vaccinazione sia della popolazione anziana che di tutte le persone a rischio per raggiungere l’obiettivo minimo di copertura che si propone il mondo scientifico per contrastare l’impatto sanitario e sociale di questa importante malattia infettiva nella popolazione. Per tale ragione, è fondamentale la collaborazione dei medici di famiglia e dei pediatri che ringraziamo per l’impegno che anche in questa occasione stanno dimostrando nell’informare e sensibilizzare i loro assistiti-. 

 -La vaccinazione è anche fortemente raccomandata – spiega il direttore f.f. del Dipartimento di Prevenzione medico Ugo Mazzilli – per gli individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti o comunità, le gestanti in qualsiasi trimestre di gravidanza, i contatti stretti delle gestanti e dei nuovi nati fino al compimento del sesto mese di vita, familiari e contatti di soggetti ad alto rischio di complicanze, addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo, personale che per motivi di lavoro è a contatto con animali, donatori di sangue ed altre categorie-

Insieme con l’antinfluenzale è prevista la somministrazione del vaccino antipneumococcico nel corso del 60° e 65° anno di età e ai soggetti a rischio, la somministrazione del vaccino antizoster a tutti i soggetti a rischio per patologia a partire dai 50 anni e a quelli di età compresa fra i 65 e i 75 anni. Da quest’anno sarà possibile anche effettuare il richiamo decennale del vaccino difto-tetano-pertosse, come sempre raccomandato alle gravide, idealmente intorno alla 28° settimana e fino alla 36°, per la prevenzione della pertosse nel neonato non ancora vaccinato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *