Privacy Policy Trovato potenziale biomarker su Venere, che il pianeta ospiti presenze di vita extraterrestre? - ReportSicilia.com

Trovato potenziale biomarker su Venere, che il pianeta ospiti presenze di vita extraterrestre?

Pare che non sia solo Marte il pianeta in cui si ripongono le speranze di trovare vita extraterrestre. Nei giorni scorsi il gruppo di astrofisici inglesi di Cardiff e americani di MIT, Boston, hanno trovato su Venere una molecola: la fosfina.

Sulla Terra questa molecola, formata da un atomo di fosforo e tre di idrogeno, è un gas altamente tossico e si forma in ambienti in assenza di ossigeno o nei processi di decomposizione. Essendo una molecola instabile la sua attività è legata ad attività microbiologiche, il che la rende un ottimo biomarker. Nell’atmosfera torrida e invivibile di Venere, composta da acido solforico, sembra che gli scienziati abbiano visto tracce di questo gas volatile, la cui presenza potrebbe essere correlata all’esistenza di microbi.

La fosfina (formula chimica PH3) è stata trovata nelle nuvole a un’altezza di circa 50 km dalla superficie del pianeta, dove la temperatura è relativamente più mite (circa 30°C). A detta degli astrofisici, la molecola potrebbe derivare da processi biologici di microrganismi semplici viventi nelle nubi o generata da meccanismi chimici ancora sconosciuti.

A ogni modo, si ipotizza solo l’esistenza di microbi e non veri e propri abitanti di Venere, che navigano nell’atmosfera destreggiandosi nell’effetto serra del pianeta. Una delle domande più indagate da curiosi, scienziati e addetti ai lavori è: come fanno questi ipotetici microrganismi a sopravvivere all’acidità dell’atmosfera venusiana ? Questo e molti altri quesiti sono già al vaglio degli astrofisici, i quali non si fermeranno certo adesso nello studio di uno dei pianeti più simili alla Terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *