Privacy Policy La notte dei desideri con le Perseidi, le "lacrime di S. Lorenzo". - ReportSicilia.com

La notte dei desideri con le Perseidi, le “lacrime di S. Lorenzo”.

Quest’anno San Lorenzo assume un significato più profondo. Oltre a essere una serata dedicata alla spensieratezza sotto il cielo luminoso, vuole essere un’occasione per osservare le stelle cadenti nel balcone di casa propria. A causa delle restrizioni dettate dai vari DPCM e i casi di Covid-19 nella nostra isola, approfittare dello spettacolo che la volta celeste offre non sarebbe una cattiva scusa per evitare assembramenti nei locali.

Ma cosa sono tutte quelle piccole scie luminose che tra il 10 e il 12 Agosto ci tengono col naso all’insù? Lo abbiamo chiesto al dottor Emanuele Schembri, Presidente del CODAS Centro Osservazione e Divulgazione Astronomica.

– Il 12 sera ci sarà il picco dello sciame meteorico delle Perseidi, le c.d. “lacrime di S. Lorenzo”. Varrà la pena di uscire fuori città per individuare le stelle cadenti – continua Schembri – Le Perseidi sono forse il più conosciuto sciame meteorico (le “stelle cadenti”), complice il fatto che si manifestano nel pieno dell’estate, poco prima di Ferragosto, quando è più agevole l’osservazione nelle calde sere estive. Si chiamano così perché, analizzando la loro direzione, sembrano provenire dalla costellazione di Perseo. In realtà, è la Terra che, lungo la sua orbita, incontra questa nuvola di frammenti meteorici in una direzione che, prospetticamente, si staglia in direzione di Perseo -.

E allora armiamoci di sdraio e telescopi e godiamoci lo spettacolo delle lacrime di S.Lorenzo, offerto dallo spazio per noi terrestri. Dimentichiamo per un attimo la movida, i balli e i luoghi affollati, contando più stelle cadenti possibili e, magari, esprimiamo anche qualche desiderio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *