NewsSport

Impresa storica dell’Atletico Siracusa: batte l’Azzurra Francofonte

e si regala la promozione in Seconda Categoria

Atletico Siracusa 2

Azzurra Francofonte 1

Atletico Siracusa: Fontana, Danto, Bianca, Sinatra, Di Natale (32’ st Mazzullo), Kanwi, Pincio, Cocola, Napolitano (7’ st Gibilisco), Alì (39’ st Abrashkin), Rizza (25’ st Essaoudy). A disposizione Carrubba, Regina, Gregorini, Corso, Cutrufo. All. Colombo-Regina.

Azzurra Francofonte: Trovato, Gravera (45’ st De Petro), Interliggi (16’ st Samy), Vinci, Di Marco, Pancari, Ville, Lentini, Saggio, Scifo, Barone (36’ st Giaquinta). A disposizione Magro, Briganti, Frazzetto, Scollo Ettore, Scollo Sebastiano, Samy.

Arbitro: Carpinteri di Siracusa.

Reti: 27’ pt Sinatra, 30’ pt Napolitano, 21’ st Vinci

Note: Presenti circa 700 spettatori. Ammoniti Danto, Cocola, Kanwi, Di Natale, Napolitano, Saggio, Vinci, Pancari. Espulsi Cocola e il tecnico Regina

L’Atletico Siracusa scrive la storia. Un’impresa straordinaria quella compiuta dalla squadra aretusea, capace di vincere il campionato di Terza Categoria al fotofinish, regalandosi un sabato pomeriggio memorabile. Al “De Simone”, nell’ultima giornata della regular season, supera 2-1 la capolista Azzurra Francofonte e la scavalca di due punti, tenendo a distanza il Carlentini, cui non è bastato la rotonda vittoria interna sul Ferla per agganciare il primo posto. In Seconda Categoria ci va, e con pieno merito, la compagine dei tecnici Giorgio Colombo e Roberto Regina.

L’impatto degli aretusei sul match è buono ma la prima vera palla gol la costruisce l’Azzurra Francofonte. Al 16’, sul cross di Ville, Barone calcia ma il portiere Fontana respinge con i piedi. Al 21’ punizione dalla distanza di Di Marco, per gli ospiti, l’estremo difensore atletista è attento e para. Al 27’ arriva il gol dei padroni di casa. Angolo di Di Natale e colpo di testa vincente di Sinatra. Passano tre minuti e l’Atletico concede il bis. Lancio per Napolitano, che resiste ad una carica avversaria, entra in area e gonfia la rete. Esultanza con dedica per l’attaccante, che mima il cuore e gioisce sotto la tribuna. L’Azzurra Francofonte reagisce e la traversa salva al 33’ la porta di Fontana. Il primo tempo si chiude con un colpo di testa alto di Pancari, per gli ospiti, su cross di Barone.

In avvio di ripresa i piani dell’Atletico Siracusa si complicano. L’arbitro infatti sanziona con il secondo giallo un intervento di Cocola a centrocampo su un avversario. Il tecnico Roberto Regina non la prende bene, dice qualcosa di troppo al direttore di gara, che gli mostra il rosso. E’ una ripresa di assoluta sofferenza per i padroni di casa che, però, al quarto d’ora, sfiorano il tris: punizione di Di Natale e palla sulla traversa. Passano 7 minuti e l’Azzurra riapre il match con il gran tiro di Vinci da 40 metri che pesca l’angolino alto e riaccende l’entusiasmo dei tanti sostenitori ospiti. L’Atletico si difende con le unghie e con i denti, cercando di non concedere nulla agli avversari e provando anche a ripartire. Nel terzo dei 4 minuti di recupero Bianca salva sulla linea la palla destinata alla rete colpita di testa in mischia da Pancari. E’ l’ultima emozione. Poi il fischio finale e la gioia sfrenata del team aretuseo per una promozione stoica e storica. 

Una promozione sudata dai leoni in campo e vergata da quelli dietro la scrivania, come il presidente Enrico Abbruzzo, il suo vice Antonio Rinauro, il direttore generale Santo Motta, il dirigente Fabio Caracciolo, il segretario Peppe Graziano, il collaboratore Alessandro Saccuzzo e il main sponsor Davide Gambino. A contribuire al successo anche il responsabile dell’area tecnica Daniele Greco. Un sogno che si realizza per l’Atletico Siracusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *