CronacaPolitica

Economia, Schifani e Falcone incontrano categorie produttive: «Lavoriamo per stimolare la crescita e aumentare la competitività delle aziende siciliane»

Il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, e l’assessore regionale all’Economia, Marco Falcone, hanno incontrato oggi pomeriggio a Palazzo d’Orleans i rappresentanti del settore produttivo regionale: Confindustria, Confartigianato, Confcommercio, Ance, Cna, Confesercenti, Confcooperative, Claai, Unci, Lega nazionale cooperative, Assoesercenti. Il vertice, caratterizzato da un clima di apertura e collaborazione reciproca, rientra nella strategia di ascolto e confronto voluta dal governo regionale sulle aspettative delle diverse categorie e si è focalizzato sulle linee guida da seguire nella redazione della Legge di Stabilità 2024 e del Bilancio 2024-26. 

Nel corso dell’incontro il presidente Schifani ha sottolineato la necessità di un impegno congiunto tra il settore pubblico e quello privato per affrontare le tante sfide economiche che la Sicilia si trova a dover affrontare. «La nostra Isola – ha affermato il governatore siciliano – ha un enorme potenziale economico che, ciascuno di noi, in base al proprio ruolo e alla propria competenza, deve essere bravo a valorizzare per il bene di tutti i siciliani. Noi come governo regionale siamo pronti a fare la nostra parte e siamo determinati a creare un ambiente favorevole agli investimenti, a promuovere l’innovazione e a migliorare l’accesso alle risorse per le imprese locali». 

Sulla stessa linea l’assessore Falcone, che ha aggiunto: «Il nostro obiettivo principale è quello di stimolare la crescita economica sostenibile e per farlo vogliamo mettere in campo una serie di iniziative che facciano fare un salto di qualità al tessuto produttivo siciliano. Penso per esempio a incentivi, investimenti mirati sulle infrastrutture, nuovi programmi di formazione qualificata che incrocino offerta e domanda di lavoro, in modo da aumentare la competitività delle nostre aziende, creare occupazione e migliorare la qualità della vita dei cittadini. Oggi, con soddisfazione, registriamo l’apertura da parte delle principali categorie produttive a collaborare per sviluppare insieme soluzioni e iniziative concrete. Siamo sulla strada giusta e su questa strada intendiamo proseguire».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *