CronacaNewsNotizie dai Comuni

NOTO. DENUNCIATI UN MINORE PER FURTO E UN UOMO PER INOSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO DI RIMPATRIO CON FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO 

Ieri, gli agenti del Commissariato di P.S. di Noto hanno denunciato alla Procura dei Minori di Catania un giovane di 14 anni per il reato di furto aggravato in concorso.

Il 5 febbraio scorso, i poliziotti sono intervenuti in via Garibaldi presso una macelleria ove, nella notte, ignoti avevano perpetrato un furto. 

Gli stessi, dopo aver forzato una grata in ferro posta a copertura del tetto, si introducevano nell’esercizio commerciale, asportando circa 20 euro a monete e della carne conservata nelle celle frigorifere. 

Grazie alle immediate indagini di polizia giudiziaria, che si sono avvalse delle immagini estrapolate da sistema di videosorveglianza, gli uomini diretti dal dr. Arena accertavano che a perpetuare il furto erano stati tre individui. Uno di essi, maggiorenne, veniva subito identificato e denunciato per furto il 13 febbraio scorso.

Gli approfondimenti, portati avanti  dagli investigatori senza soluzione di continuità, consentivano di risalire, attraverso una più attenta disamina delle immagini, all’identità del secondo complice, un minore di anni 14. Lo stesso, una volta rintracciato, è stato denunciato alla Procura per i minorenni di Catania per furto aggravato in concorso.

Inoltre, nella stessa giornata, gli uomini del Commissariato di P.S. di Noto hanno denunciato un uomo, di 38 anni, per il reato di  inosservanza del provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio. 

Il 15 febbraio scorso, il Questore della provincia di Treviso emetteva, nei confronti dell’indagato, il provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio per ragioni di sicurezza pubblica, con divieto di ritorno per tre anni. Allo stesso, veniva intimata la presentazione in Commissariato entro un termine perentorio di 2 giorni dalla notifica. L’uomo, noncurante del provvedimento, non si presentava né faceva pervenire valide giustificazioni e, per tali motivi, è stato denunciato. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *