Scuole e Ambiente, le iniziative di Ecocar a Randazzo (CT): consegnati 60 ecobox tra i banchi RACCOLTA DIFFERENZIATA? UN GIOCO DA RAGAZZI: LABORATORI E SPUNTI PER UNA CITTÁ PIÙ PULITA

RANDAZZO – Avviare un dialogo con le scuole primarie e secondarie per educare i piccoli cittadini al rispetto e alla cura dell’ambiente, e strutturare – attraverso percorsi laboratoriali – la cultura della differenziata. Questa la mission di Ecocar Ambiente, azienda che opera nel ciclo di gestione dei servizi ambientali, occupandosi di raccolta e trasporto, nel Lotto 2 SRR Catania Provincia Nord.

Stamattina, i referenti dell’azienda hanno consegnato 60 EcoBox (30 per ciascuna scuola) per la raccolta di carta e plastica all’Istituto Comprensivo Statale “Edmondo De Amicis” e al Circolo Didattico “Don Lorenzo Milani” di Randazzo – territorio nel quale Ecocar opera da oltre un mese – così da permettere ai giovanissimi studenti di organizzare la differenziata direttamente all’interno delle classi. All’incontro erano presenti Francesco Sgroi (sindaco di Randazzo), Maria Enrichetta Giardina (assessore all’Ecologia e all’Ambiente e alla Pubblica Istruzione del Comune), Enzo Patorniti (dirigente dell’ufficio Ecologia del Comune), Benedetto Diana (referente di Ecocar Ambiente) e i dirigenti delle due scuole Salvatore Malfitana Rita Pagano

«Ecocar Ambiente ci stimola, attraverso questo progetto nelle scuole, a sviluppare quello in cui crediamo molto, ovvero la cultura ambientalista – ha affermato il sindaco di Randazzo Francesco Sgroi – Il progetto invoglierà gli alunni a capire che effettuare correttamente la differenziata, significa avere cura di noi stessi, del mondo in cui viviamo e anche a diminuire il costo del servizio di raccolta. Nella nostra città abbiamo già superato il 65% di differenziata però il nostro obiettivo è che Randazzo arrivi prima possibile a toccare quota 80%». 

«Gli incontri nelle scuole rappresentano un punto focale dell’attività di comunicazione di Ecocar Ambiente – ha dichiarato Benedetto Diana, dirigente dell’impresa che effettua la raccolta – questo ci serve anche per costruire una vera coscienza ambientale che poi ha effetti concreti sulle percentuali di differenziata, che a noi sta molto a cuore, e in generale per il rispetto dell’ambiente. Fornire questi strumenti alle scuole per essere più virtuose e per abituare i ragazzi a separare correttamente i loro rifiuti è un primo passo importante. A breve, poi, proseguiremo con i progetti di formazione previsti dal nostro piano di comunicazione». Ecocar ritornerà tra i banchi di scuola per coinvolgere gli studenti mettendoli alla prova sui temi dell’ambiente e dei rifiuti. «La sostenibilità ambientale parte dal basso, dalle scuole – hanno dichiarato i presidi dei due Istituti Salvatore Malfitana e Rita Pagano – sentivamo la necessità di ricevere gli strumenti per fare una differenziata in linea con le norme in vigore. È importante unire le forze con un unico scopo: rendere la nostra città più pulita». «Ringrazio i dirigenti delle scuole e Ecocar Ambiente, azienda che ho trovato molto attenta alle esigenze della nostra comunità – ha affermato l’assessore all’Ecologia e all’Ambiente e alla Pubblica Istruzione del Comune etneo Maria Enrichetta Giardina – per questo metteremo in campo corsi di formazione affinché i nostri ragazzi possano diventare dei cittadini migliori». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.