CronacaNewsNotizie dai Comuni

Il bilancio dell’attività della Polizia di Stato in ambito ferroviario in Sicilia nel mese di ottobre.

Sono state 16242 persone controllate, 3 arrestati, 16 indagati, 618 treni presenziati, 210 veicoli ispezionati, 81 contravvenzioni elevate e 1.388 pattuglie impegnate nei servizi di vigilanza in stazione, a bordo treno e lungo la linea ferroviaria: è questo il bilancio delle principali attività di controllo, effettuate dalla Polizia ferroviaria in tutta la Sicilia, nel mese di ottobre.

Nello scorso mese la Polfer siciliana è stata anche impegnata nelle operazioni: “Oro Rosso”, “Rail Safe Day” e  “Stazioni Sicure”, disposte dal Servizio Polizia ferroviaria, su tutto il territorio nazionale, e mirate, rispettivamente, a contrastare il fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario, ad individuare comportamenti scorretti che pregiudicano la regolarità della circolazione dei treni e l’incolumità degli utenti e ad incrementare il livello di sicurezza negli scali. Proprio nel corso dell’Operazione “Oro Rosso”, e di successivi controlli, a Messina gli agenti hanno sequestrato oltre 28 tonnellate di rifiuti (anche pericolosi), tra cui 3 tonnellate di rame e 21 t di batterie esauste.

A Catania sono stati predisposti controlli agli esercizi commerciali e agli automobilisti in transito nell’area antistante la locale stazione che hanno portato ad elevare circa 27000 Euro di contravvenzioni, al fermo di 4 autoveicoli nonché al sequestro di parte della merce venduta dai negozianti.

4 i minori scomparsi rintracciati dagli agenti della Polfer di Messina ed Agrigento che, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati riaffidati alle comunità da cui si erano arbitrariamente allontanati. 

Diverse le chiamate giunte alla Sala Operativa della Polfer da parte di viaggiatori distratti che hanno chiesto aiuto per recuperare effetti lasciati in ambito ferroviario. A Taormina è stata restituita ad una viaggiatrice una valigia dimenticata a bordo di un treno regionale, mentre una borsa, rinvenuta dalla pattuglia della Polfer di Palermo in servizio di vigilanza su un treno per Punta Raisi, contenete documenti e denaro, è stata riconsegnata alla giovane che l’aveva dimenticata.

I controlli sul territorio sono stati affiancati dall’attività di educazione alla legalità e alla sicurezza ferroviaria che gli agenti della Polfer hanno svolto in diversi istituti scolastici della Sicilia nell’ambito del Progetto “Train… to be cool”, raggiungendo più di 900 ragazzi. In particolare, agenti della Polfer di Taormina hanno incontrato studenti di 3 diversi istituti di istruzione secondaria di secondo grado di Giarre, mentre a Palermo sono state organizzate 4 giornate formative con un liceo ed una scuola primaria, tra cui anche un viaggio a bordo treno ed un percorso guidato negli ambienti ferroviari e lavorativi della Polizia ferroviaria con il fine di sensibilizzare i giovani al rispetto delle regole ed avvicinarlo al mondo delle istituzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *