Privacy Policy Burti raccomanda ai cittadini di recarsi al mercato rionale più vicino a casa - ReportSicilia.com

Burti raccomanda ai cittadini di recarsi al mercato rionale più vicino a casa

“Le aree destinate a mercato vengono sanificate non appena i commercianti smontano i loro banchetti per ripristinare la situazione igienica dei luoghi”. A precisarlo, l’assessore alle attività produttive Cosimo Burti in risposta alle perplessità manifeste dai cittadini in questi giorni.

“La prassi – spiega l’assessore Burti – è che, appena le aree vengono liberate dagli operatori, entrano in azione le spazzatrici con acqua della Tekra che aggiungo al liquido i prodotti per la sanificazione. Questa operazione viene effettuata giornalmente in via De Benedictis e in via Giarre, il venerdì a piazza Adda, dopo il mercato del contadino, e il lunedì a Belvedere, dopo il mercato settimanale che per adesso è comunque limitato solo a tre rivenditori di generi alimentari”.

“È importante ribadire – aggiunge Burti – che la ragione per cui abbiamo mantenuto operative le aree di via De Benedictis e via Giarre è che il primo serve i residenti dei quartieri più vicini ad Ortigia mentre il secondo la zona alta. Ragione per cui, l’invito è di recarsi al mercato più vicino e non attraversare tutta la città. Quanto piazza Adda, devo dire che la collaborazione con la Coldiretti si sta rivelando molto efficace. Il mercato si svolge in maniera ordinata e nel rispetto delle precauzioni sanitarie che è giusto adottare in questo momento. Inoltre l’organizzazione di categoria distribuisce del materiale informativo. In ogni caso, mi preme ringraziare la Polizia annonaria e tutto il corpo dei vigili urbani per il prezioso lavoro che continuano a svolgere”.

E ricorda che in città continua ad operare anche il mercato ortofrutticolo di via Elorina, il cui apporto è importante perché rifornisce la grande distribuzione e le mense. Un plauso all’attività della Polizia municipale che verifica, con accurati controlli, il rispetto delle norme anticoronavirus varate dal Governo, sui mezzi che trasportano le merci dal resto dell’Italia.

R.G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *