Privacy Policy SIracusa. Report di fine anno elle attività condotte dalla Questura aretusea Il lavoro della Questura di Siracusa, nonostante le tante difficoltà derivanti dal grave quadro epidemiologico che ormai da parecchio tempo affligge l’intero territorio nazionale, oltre ad essersi distinto nelle attività connesse all’emergenza sanitaria, sia in funzione di controllo al rispetto delle misure finalizzate al contenimento del contagio del virus, sia di gestione di iniziative di piazza, anche a carattere estemporaneo, in segno di protesta contro i provvedimenti governativi, si è caratterizzato, altresì, per la sapiente ed incessante gestione dell’ordinaria emergenza del fenomeno migratorio di rifugiati provenienti dai Paesi del Nord Africa e dal Medio Oriente. - ReportSicilia.com

SIracusa. Report di fine anno elle attività condotte dalla Questura aretusea Il lavoro della Questura di Siracusa, nonostante le tante difficoltà derivanti dal grave quadro epidemiologico che ormai da parecchio tempo affligge l’intero territorio nazionale, oltre ad essersi distinto nelle attività connesse all’emergenza sanitaria, sia in funzione di controllo al rispetto delle misure finalizzate al contenimento del contagio del virus, sia di gestione di iniziative di piazza, anche a carattere estemporaneo, in segno di protesta contro i provvedimenti governativi, si è caratterizzato, altresì, per la sapiente ed incessante gestione dell’ordinaria emergenza del fenomeno migratorio di rifugiati provenienti dai Paesi del Nord Africa e dal Medio Oriente.

Va rilevato, infatti, come questa materia sia diventata determinante dell’immagine della Polizia di Stato, implicando in seno alla Questura l’onere di fornire, al contempo, una efficace sintesi tra le esigenze di sicurezza della popolazione, compiti amministrativi e interventi sempre più frequenti, per far fronte agli incessanti sbarchi, autonomi e programmati, che ormai, quasi quotidianamente, si susseguono in questa provincia. Al riguardo giova segnalare la presenza, in rada, al porto di Augusta, delle navi quarantena, in grado di ospitare mediamente circa 600 migranti ad imbarcazione. 

A mero titolo esemplificativo si riporta qui di seguito uno specchietto riepilogativo delle attività connesse al fenomeno migratorio.

SBARCHI NAVI QUARANTENASBARCHI AUTONOMISBARCHI NAVI  ONGM.S.N.A.NAVI QUARANTENA
Numero SbarchiNumero MigrantiNumero SbarchiNumero MigrantiNumero SbarchiNumero Migranti995Allegra,  Azzurra, Atlas, Adriatica.
947894405618174176

Totale migranti sbarcati: nr. 17688

Totale sbarchi: nr. 151

PROVVEDIMENTI ADOTTATI

RICHIESTE ASILO PROTEZIONE INTERNAZIONALEESPULSIONIRESPINGIMENTIALLONTANAMENTI CITTADINI U.E.
-Proc. Accelerate ex art.28 D.lgs. n.25/08: n. 361 -Protez. Internaz.le: nr. 71 -Proc. Dublino: nr. 6Ordine del QuestoreTrattenimenti C.P.R.Ordine del QuestoreTrattenimenti C.P.R.7
1271301440669
Tot: 257Tot: 2109


PERMESSI DI SOGGIORNO RILASCIATI/RINNOVATI O AGGIORNATI4053
PARERI CITTADINANZA268
RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE290
NULLA OSTA94
PROVVEDIMENTI DI REVOCA O RIFIUTO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO95

Inoltre sono stati:

  • trattenuti ai CPR ex art.6 d.l.142/15, nr. 14 soggetti ritenuti ad alto rischio;
  • espulsi, con partenza volontaria, nr. 3 soggetti.

****************

Non meno rilevante è l’attività, cosiddetta ordinaria, cui è chiamata a svolgere la Questura, soprattutto in tema di micro e macro criminalità. Per comprenderne meglio la portata, si segnalano, nella sottostante tabella, i risultati conseguiti dall’1 gennaio al 29 dicembre 2021 e la differenza  con l’anno precedente:

ATTIVITÀ DI CONTROLLO DEL TERRITORIOAnno 2021Anno 2020Differenza in %
ARRESTI IN FLAGRANZA/ORDINE A.G.nr. 504nr. 466+8,15
DENUNCE IN STATO DI LIBERTA’nr. 1.128nr. 1082+4,25
PERSONE CONTROLLATEnr. 113.535nr. 89932+26,2
SOGGETTI SOTTOPOSTI AD OBBLIGHInr. 26.130nr. 24.296+7,54
INTERVENTI UFFICIO VOLANTInr. 7.990nr. 7.749+3,11
ARMI SEQUESTRATEnr. 174nr. 157+10,82
VEICOLI CONTROLLATInr. 38.550nr. 29721+29,70
VEICOLI SEQUESTRATInr. 515nr. 521-1,15
ESERCIZI PUBBLICI CONTROLLATInr. 11.131nr. 8.147+36,62
SEQUESTRI SOSTANZE STUPEFACENTIQUANTITÀ
Hashish, Marijuana, Crackgr. 17.554
Cocaina, Eroinagr. 2.196

Particolarmente intensa è stata l’attività questorile che si esplica nelle proposte nell’ambito delle misure di prevenzione personali e patrimoniali, al riguardo:

MISURE DI PREVENZIONE E ANTIMAFIANr.
SORVEGLIANZA SPECIALE DI P.S.78
MISURE PATRIMONIALI2
AVVISI ORALI173
FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO/DIVIETO DI RITORNO61
INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE ANTIMAFIA838
MISURE DI SICUREZZA E GIUDIZIARIENr.
LIBERTÀ CONTROLLATE133
LIBERTÀ VIGILATE12

****************

Particolarmente attenta, puntigliosa ed impegnativa è stata l’attività in ambito familiare per violenza domestica/violenza di genere ovvero quell’attività relativa ai c.d. Codici Rossi ex L. 69/2019.

Al riguardo, i dati enucleati nella tabella che segue forniscono uno spaccato oltre che della portata e l’importanza che il fenomeno riveste in seno alla provincia aretusea anche dell’impegno sinergico profuso (sia in sede preventiva che repressiva) dalle donne e dagli uomini della Questura di Siracusa.

ATTIVITÀNr.
INTERVENTI PER: – LITI IN AMBITO FAMILIARE – VIOLENZA DOMESTICA – VIOLENZA DI GENERE408
DENUNCE ACQUISITE114
ALLONTANAMENTO CASA FAMILIARE/DIVIETO DI AVVICINAMENTO ALLA PERSONA OFFESA41
AMMONIMENTI DEL QUESTORE22
TRATTI IN ARRESTO19

****************

Parimenti impegno è stato profuso nel settore amministrativo, infatti, i dati di seguito riportati confermano ampiamente tale assunto:

ATTIVITÀ POLIZIA AMMINISTRATIVANr.
PASSAPORTI RILASCIATI1256
NULLA OSTA RILASCIATI682
DOCUMENTI DI VIAGGIO PER STRANIERI46
LICENZE RILASCIATE82
PORTO D’ARMI284
ARMI ACQUISITE IN VIA CAUTELARE51
ARMI/MUNIZIONI ROTTAMATE4436

****************

Infine, la presenza di un’area industriale – Siracusa, Priolo, Augusta, Melilli – tra le più grandi ed importanti d’Italia, implica per la Questura un impegno quotidiano non indifferente, costituito precipuamente da una capillare attività informativa, da una altrettanto capillare attività investigativa e, per ultimo, ma non in termini di importanza, da un impegno costante in servizi di Ordine Pubblico, volti a governare le molteplici forme di protesta generate dalla crisi occupazionale che affligge da tempo l’area di riferimento.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.