Privacy Policy Un vaccino per (quasi) tutto - ReportSicilia.com

Un vaccino per (quasi) tutto

del dr. Gianluca Valenti, psicoterapeuta

Il virus ha urlato, ha bussato, il mondo ha risposto! Ormai è un dato conclamato: la campagna vaccinale sta dando i suoi frutti, e così l’immenso lavoro del mondo scientifico. Dopo mesi di choc e di forzata limitazione della nostra libertà insita anche nei piccoli gesti quotidiani, dopo aver nascosto per mesi il nostro viso consegnando alla storia foto e selfie “in maschera”, pare che la macchina sia ripartita. Il “via libera” era necessario, e ne beneficiano tutti, turisti vacanzieri e accoglienti lavoratori, assetati di ristori ben più robusti di quelli sventolati dai fantocci politicanti di turno…
Però qualcosa non mi torna! Un fastidioso senso di incompletezza mi fa storcere il naso, ripensando a quei vaccini panacea di ogni male che in realtà un problema non l’hanno risolto: lo sguardo delle persone che si sfiorano mi sembra pieno si di speranza…ma anche di diffidenza e paura. Una paura che nella mia dimensione clinica prende la forma di ansia, fobia, panico, fino al più grande dei mali del millennio, quella depressione che toglie ogni forma di energia e forza. E per questo? Esiste un vaccino? Siamo ancora lontani, e strada da percorrere ve n’è, ma non permettiamo a qualsiasi casa farmaceutica di aspettare il loro vaccino umorale! La vera vacanza è quella che ci concederemo ogni giorno negli occhi accoglienti e fiduciosi di chi ci verrà incontro per stringere Finalmente la nostra mano con un sorriso finalmente libero da bagagli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *