Privacy Policy Sicurezza, nuove tecniche e competenze: l’Ente scuola edile di Siracusa avvia percorsi formativi di particolare rilevanza per l’intero settore delle costruzioni - ReportSicilia.com

Sicurezza, nuove tecniche e competenze: l’Ente scuola edile di Siracusa avvia percorsi formativi di particolare rilevanza per l’intero settore delle costruzioni

Il presidente Di Stefano e il vice Carnevale: “Intendiamo sostenere e accompagnare l’auspicata ripresa del settore”

L’Ente scuola edile di Siracusa tende una mano alle imprese, ai lavoratori e ai professionisti del settore costruzioni che non vogliono farsi trovare “impreparati” di fronte alle nuove sfide, già in atto, a partire da quelle derivanti dal Superbonus del Decreto rilancio. E lo fa con una serie di iniziative che si inseriscono nell’ambito del consolidato piano delle attività formative e informative che l’Ente porta avanti da tempo. Insieme all’attività ordinaria, tre, al momento, gli eventi formativi e informativi di particolare rilievo e importanza, che partiranno tra pochi giorni per concludersi a luglio.

Il primo corso su “Sistema Bim, la nuova frontiera della progettazione in edilizia” si terrà, in una “tappa” di 12 ore, il 26 maggio, per proseguire il 3, l’8 e il 9 giugno e concludersi il 24 dello stesso mese con la consegna degli attestati. Previste lezioni del prof. Luigi Alini, dell’ing. Sebastiano Floridia e del dott. Salvo Maccarone rivolte a tecnici progettisti delle imprese, a liberi professionisti e, in particolare, a ingegneri, architetti e geometri. In autunno, sempre sul Sistema Bim, è in programma un successivo corso di ulteriore approfondimento.

Per giugno e luglio è inoltre organizzato un secondo corso per posatori cappotto termico che si concluderà con uno specifico esame per ottenere la certificazione di qualità e professionalità. Si tratta di una certificazione di qualità di particolare importanza anche alla luce dei provvedimenti previsti dal Superbonuns 110% per lavori di riqualificazione e recupero del patrimonio abitativo che impongono particolari e specifiche professionalità. Le ore previste di corso sono diversificate in base alla professionalità e all’esperienza già acquisite dai singoli lavoratori.

Previsto, infine, un corso di formazione per addetto ai lavori elettrici Pes (Persona esperta), Pav (Persona avvertita) e Pei (Persona idonea ai lavori sottotensione), un percorso formativo della durata complessiva di 16 ore che consentirà al datore di lavoro il riconoscimento dell’idoneità prevista dal Decreto legislativo 81/08.

Chiaro l’intento di queste iniziative nelle parole di Alberto Di Stefano, presidente dell’Ente scuola-Cpt-Opt Siracusa: “L’Ente scuola edile, figlio del sistema bilaterale in edilizia, è impegnato in uno sforzo organizzativo, finanziario e propositivo imponente per offrire alle imprese e ai lavoratori percorsi formativi e seminariali in grado di sostenere e accompagnare l’auspicata e possibile ripresa del mercato. Il settore dell’edilizia è stato, infatti, in questi lunghi anni il settore che più di altri ha pagato il prezzo delle crisi, della mancanza di investimenti e in ultimo delle difficoltà derivanti dalla pandemia”.

Gli fa eco Salvo Carnevale, vicepresidente dell’Ente scuola-Cpt-Opt Siracusa: “L’Ente scuola edile ha scelto di mettersi sempre più al servizio delle imprese e dei lavoratori per rafforzare la rete della sicurezza nel lavoro e fornire l’assistenza e la consulenza utili e necessarie all’organizzazione dei cantieri, programmando, al contempo, corsi di aggiornamento, di approfondimento e  di professionalizzazione utili alle attività. Con uno sguardo attento, vigile e propositivo alle nuove tecnologie, ai nuovi materiali, alle nuove competenze e all’emergente edilizia green. In attesa di una maggiore attenzione da parte del legislatore nei confronti dei temi indicati, stiamo mettendo a disposizione del settore un approccio nuovo e più adeguato. Adesso auspichiamo regole e norme che premino maggiormente la sicurezza e la formazione”. 

Di Stefano e Carnevale concludono: “Quelli annunziati rappresentano soltanto una parte delle tante attività previste a breve e medio termine in una sfida e opportunità importanti che coinvolgono l’intera filiera edile. Siamo solo all’inizio del percorso intrapreso, quello di una proposta nuova e realmente adeguata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *