Privacy Policy I Borghi siciliani in rete, fanno sistema e progettano un festival - ReportSicilia.com

I Borghi siciliani in rete, fanno sistema e progettano un festival

Il progetto parte dai 42 borghi siciliani sotto 10.000 abitanti, appartenenti alle nove province dell’Isola. Scrigni di tradizioni etnoantropologiche, tesori artistici, testimonianze di millenni di storia fino ai giorni nostri costituiscono una più che valida alternativa alla ripartenza del settore turistico nella fase post covid. Certi della necessità di fare sistema, i Comuni si sono strutturati in un network sotto la guida della Fondazione Le Vie dei Tesori che ha censito il patrimonio culturale materiale e immateriale dai castelli, abbazie, chiese, miniere, piccoli musei, conventi, osservatori astronomici, siti rupestri, grotte, cave, fari, alle tradizioni culinarie e non. Capofila dell’iniziativa il Comune di Sambuca di Sicilia che, con la Fondazione Le Vie dei Tesori, ha partecipato al bando del MiBaCT “Borghi in Festival”, con un progetto sulla realizzazione del Festival Le Vie dei Tesori, previsto nei fine settimana tra il 29 maggio e il 5 luglio, con 210 luoghi aperti, 70 esperienze, oltre all’utilizzo di ben 500 giovani del territorio, preventivamente formati. I 42 borghi e la Fondazione si propongono di portare avanti un’attività stabile che possa valorizzare il territorio ed evitarne lo spopolamento. Il progetto è stato presentato ieri, venerdì 26 febbraio, in streaming sulla piattaforma Zoom. hanno partecipato all’incontro l’assessore regionale alla Formazione e all’Istruzione Roberto Lagalla, il presidente della Fondazione Le Vie dei Tesori, Laura Anello, il vicesindaco di Sambuca,Giuseppe Cacioppo e i sindaci di tutti i 42 comuni coinvolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *