Privacy Policy Moda: tre imprenditori finiscono in manette per violenza sessuale e induzione alla prostituzione - ReportSicilia.com

Moda: tre imprenditori finiscono in manette per violenza sessuale e induzione alla prostituzione

Sono tre gli imprenditori nel settore della moda a Palermo, finiti in manette dopo le indagini condotte dalla squadra mobile e coordinate dalla procura, con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di minorenni e induzione alla prostituzione minorile.

L’attività inquisitoria ha accertato un episodio di violenza sessuale e fatto emergere un giro di prostituzione, in cui erano coinvolte le modelle iscritte alle agenzie cui titolari sono gli indagati.

Il gip ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Francesco Pampa, 41 anni, accusato di violenza sessuale nei confronti di minorenne, prostituzione minorile, induzione e favoreggiamento della prostituzione di maggiorenne e Massimiliano Vicari, 43 anni, accusato di prostituzione minorile ed induzione e favoreggiamento della prostituzione. Agli arresti domiciliari è G.F. 35 anni, indagato con l’accusa di prostituzione minorile, per aver intrattenuto rapporti sessuali con una ragazza non ancora diciottenne in cambio di denaro. Pampa, agente di moda, e Vicari, titolare di un’agenzia che presta servizi di promozione e supporto sul web ad altre imprese, gestivano le loro agenzie condividendo gli stessi spazi dello studio sito in pieno centro; dalla loro collaborazione era nata un’organizzazione che promuoveva giovani modelle provenienti da tutta la Sicilia, molte delle quali hanno partecipato a eventi di spessore nazionale e internazionale sia a Milano che a Parigi.
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *